Vorresti iniziare a meditare, ma non sai da che parte iniziare? Ciò che ti serve è una lista completa di esercizi per principianti. Inizio col dirti che ti trovi nel posto giusto.

Oggi vorrei infatti approfondire proprio questo tema con te: gli esercizi più importanti per meditare. Andiamo a scoprire insieme quali sono, in che categorie si suddividono e soprattutto come praticarli.

Perché è importante avere degli esercizi di meditazione

Avere degli esercizi dai quali partire è fondamentale, anzi sono convinta che sia l’unica maniera per intraprendere la pratica della meditazione.

Gli esercizi che ho intenzione di consigliarti ti permetteranno di costruire una sorta di schema, tabella, dalla quale iniziare a muovere i primi passi e tenere questa attività sotto controllo.

Non pensare che ci sia qualcosa di difficile in tutto ciò, anzi, le azioni che sto per consigliarti sono tra le più facili che tu possa immaginare e alcune di essere le svolgi quotidianamente. Anche se sei inconsapevole che potresti sfruttarle come momenti nei quali meditare.

Esercizi importanti per iniziare

La meditazione è una pratica che ti permette di raggiungere numerosi benefici, ma questo non significa che sia facile da imparare. Ciò che ripeto sempre a chi desidera intraprendere questo meraviglioso percorso è quello di imparare a ritagliarsi del tempo.

Cosa ci vorrà mai? Ti starai sicuramente chiedendo. E invece devi sapere che questa semplice azione mette in difficoltà tantissime persone e le preclude dal fare della meditazione un’attività quotidiana.

C’è una serie di consigli che ritengo fondamentali per poter iniziare a meditare e godersi questa meravigliosa pratica.

Scopriamoli insieme:

Trova il tempo

Indipendentemente da quale sia la tua professione, sono piuttosto sicura che avrai una giornata totalmente piena.

Lavoro, famiglia, amici e hobby, ti faranno arrivare al termine della giornata stanco morto e pensare di trovare anche solo cinque minuti in tutti gli impegni quotidiani ti sembra impossibile.

Quindi la prima azione da mettere in pratica è trovare anche solo cinque minuti per te stesso. In questo arco di tempo però non esistono distrazioni. Ci sei solo tu, il tuo corpo e la tua mente.

Inizia con cinque minuti, poi diventeranno dieci, poi venti e finirai ad arrivare a un’ora, te lo garantisco.

Trova un posto

La meditazione consiste nel rilassare sé stessi e raggiungere una sensazione di benessere, quindi diventa necessario avere un luogo che ti fa sentire a tuo agio e nel quale rifugiarsi ogni volta che qualcosa va male.

Non ha importanza cosa sia questo posto: una stanza di casa tua, il tuo ufficio o altro. L’importante è che quando ti trovi lì, tu riesca a meditare e non desiderare di trovarti altrove.

Fai di questo luogo tutto ciò che vuoi, coloralo, sistemalo, fallo diventare il tuo posto dei sogni, il tuo angolo di pace.

Trova una posizione

Se sei un principiante, forse non riuscirai a meditare nella posizione del loto, ovvero quella a gambe incrociate, nella quale vedi la maggior parte delle persone meditare. Non preoccuparti, non è un problema.

Quando si incomincia, infatti, è fondamentale costruirsi le migliori e le più comode condizioni possibili. Per questo ti consiglio di trovare una posizione nella quale puoi rimanere per cinque o dieci minuti senza fare fatica e dover sprecare le energie per restare concentrata.

Puoi anche semplicemente sdraiarti sul letto e meditare.

Oppure, se riesci, puoi sederti da qualche parte, tenere la schiena dritta, appoggiare le mani sulle ginocchia con i palmi rivolti verso l’alto o verso il basso e iniziare la pratica.

La posizione che assumi con le mani si chiama mudra. A ogni mudra corripondono dei benefici diversi.

Ascolta il tuo respiro

Se ti dicessi che la maggior parte delle persone non sa respirare, probabilmente non mi crederesti. E invece ti assicuro che è proprio così.

Una delle azioni che migliorerai con la meditazione sarà proprio la respirazione.

Nel momento in cui hai trovato un posto e una posizione comoda, inizia ad ascoltare il tuo corpo. Questo significa focalizzarti sul tuo respiro, mantenere la mente vigile e poi iniziare a fare una sorta di radiografia del tuo corpo.

Parti dall’alto e poi scendi, per ogni parte del corpo ascolta intensamente tutte le sensazioni che provi.

Fermati

La meditazione è benessere, calma, solitudine, viaggio. Non puoi pensare di svolgerla correndo come fai per tutta la giornata.

Nel momento in cui decidi di ritagliarti del tempo per te stessa, devi schiacciare il tasto stop su tutto quello che ti circonda. Ferma tutte le distrazioni come il cellulare o semplicemente i pensieri riguardo la tua quotidianità. Nel momento in cui decidi di meditare devi pensare che non esiste più niente al di fuori del tuo corpo.

Meditare durante la giornata

Probabilmente la tua idea di meditazione è quella di una persona seduta con le gambe incrociate che respira a occhi chiusi.

Bene, devi sapere che questa non è l’unica opzione possibile. Infatti si può meditare mentre si svolgono altre azioni quotidiane, come per esempio mentre camminiamo, ci facciamo la doccia, ci laviamo i denti, siamo in viaggio in treno o sull’autobus e così via.

L’unico modo per trasformare una normale azione quotidiana in meditazione è quello di utilizzare al massimo i tuoi sensi. Ora ti spiego meglio:

  • Tatto: tocca un oggetto che trovi vicino in quel momento e goditi la sensazione che il contatto ti dà. Ascolta la temperatura dell’oggetto, il materiale che lo compone. Oppure se stai camminando concentrati sull’effetto che ti fa ciò che schiacci con i piedi. É una semplice strada asfaltata, un pezzo di erba o magari dei sassi? Fai in modo che questo semplice gesto riesca a provocare delle emozioni per la tua mente.
  • Olfatto: se sei in un mezzo di trasporto ascolta gli odori, i profumi del mezzo o delle persone. Se invece ti stai facendo la doccia goditi il profumo del bagnoschiuma. Annusa le tue mani prima di averle lavate e anche dopo. Cerca la differenza e goditela.
  • Udito: ascolta il suono delle voci delle persone, i rumori della città, i clacson, il vento, oppure l’acqua che esce dal rubinetto. Concentrati sulla differenza se lasci scorrere l’acqua in maniera più forte, rispetto a quando invece lasci il rubinetto gocciolare.
  • Gusto: mangia qualcosa mentre sei su un mezzo di trasporto  e concentrati sul sapore. È lo stesso di quando lo mangi seduto a casa? Fai lo stesso prima di farti la doccia, prova a bere un bicchiere della tua bevanda preferita prima e dopo. Goditi la differenza, concentrati sul cambiamento che il tuo cervello ti fa provare.
  • Vista: prenditi anche solo un minuto al giorno e osserva la natura o un paesaggio dove non ci sia niente di artificiale. Anche un semplice prato va benissimo. Focalizzati sui colori, sulle diverse sfumature. Goditi la potenza e le caratteristiche dei colori e lasciati colpire dal loro calore o dalla loro freddezza.

Conclusioni

Eccoci arrivati al termine dell’articolo.

Meditare è molto più semplice di quanto immaginavi, vero? Attenzione però a non sottovalutare tutti questi esercizi che di base sono semplici, ma possono risultare edifficili da mettere in pratica.

Uno dei segreti della meditazione è la costanza.

Non puoi pretendere di trovarti cinque solo un giorno alla settimana, devi essere in grado di farlo ogni giorno. È qui che sta la difficoltà.

Però sono sicura che se sei finita a leggere questo articolo la tua voglia di intraprendere questo percorso è grandissima e non ci sarà alcun ostacolo in grado di fermarti.

Ma adesso ti va di raccontarmi la tua esperienza? Mediti già regolarmente? Oppure sei ancora agli inizi? Fammelo sapere nei commenti!

Namastè

Registrati gratis alla mia community di Yogi

Potrai imparare a fare yoga o migliorare la tua pratica assieme a me e altre centinaia di ragazze.

Hey, piacere, Denise. Benvenuta/o sul mio sito web! 🙉

Se ti piace lo Yoga, ho una sorpresa per te. Ho creato un mini corso gratuito in Yoga Academy per dare a tutti la possibilità di provare e praticare. Ti basterà inserire il tuo nome e la tua email qui sotto e otterrai subito la prima lezione!