Halasana è una posizione Yoga invertita che ti donerà numerosi benefici psicofisici, allevia il mal di schiena e ti lascia un profondo stato di rilassamento.

In questo articolo andiamo insieme a scoprire Halasana. Vedremo insieme cosa significa il suo nome, come si pratica e tutti i suoi benefici.

Iniziamo subito!

Cosa significa Halasana

Come tutte le parole che indicano una posizione dello Yoga, anche Halasana è un termine sanscrito ed è composta da due parole:

  • Hala, che significa aratro
  • Asana, che significa posizione.

Per questo motivo, Halasana viene indicata anche come la posizione dell’aratro. L’aratro è anche il simbolo della trasformazione, che muove la terra affinché questa diventi fertile e dia vita a nuovi frutti.

Ed è proprio questa la posizione che andremo ad assumere: la forma di un aratro che rivolta la terra rendendola fruttuosa.

È un’Asana che riequilibra le nostra energie ed è capace di infondere un profondo rilassamento della mente.

Se sei agli inizi del tuo percorso nel mondo dello Yoga, forse troverai un po’ di difficoltà nel raggiungere la posizione finale. Non preoccuparti, è solo una questione di pratica!

Segui gli step per eseguire Halasana passo passo ma mi raccomando, non forzare mai la posizione. Come dico sempre:

lo yoga è sempre un viaggio, mai un punto di arrivo.

Vediamo allora come praticare la posizione dell’aratro step by step.

Come si pratica Halasana

Per praticare Halasana, la prima cosa di cui avrai bisogno è il tuo tappetino da yoga.

Se ancora non ne hai uno, ti consiglio di optare per qualcosa di sufficientemente largo per praticare con comodità, abbastanza resistente da sopravvivere a diversi lavaggi e deve –se possibile– rispettare l’ambiente (che sia quindi eco).

  • Distenditi sul tuo tappetino con la schiena sul pavimento, le gambe e le braccia distese
  • Piega le ginocchia verso il petto
  • Distendi adesso le gambe spingendo i piedi oltre la testa e alzando il bacino da terra
  • Metti adesso le mani sulla parte bassa della schiena come appoggio
  • Distendi le gambe verso l’alto formando un angolo di 90 gradi con il pavimento (assumendo quindi la posizione di Sarvangasana)
  • Appoggia nuovamente le braccia sul pavimento con i palmi delle mani rivolti verso il basso
  • Porta adesso i piedi oltre la testa, appoggiando le dita per terra
  • Rimani in questa posizione per un po’, continuando a respirare regolarmente
  • Torna ora lentamente alla posizione iniziale accompagnando il bacino con le mani.

Varianti di Halasana

La posizione che abbiamo appena visto consiste nel portare i piedi oltre la testa mantenendo le braccia distese e le punte dei piedi che toccano il pavimento.

Esistono però anche alcune varianti che consistono nel variare l’apertura tra il bacino e le gambe o l’inclinazione del busto. Un’altra variante prevede che quando le gambe sono sopra la testa, le mani non rimangono con i palmi sul pavimento ma intrecciate tra loro appoggiate al suolo.

Avvertenze e consigli per la pratica di Halasana

Onde evitare di farti male durante la pratica di Halasana, ti consiglio di mantienere le spalle sempre ben salde al pavimento per non fare pressione sul collo.

Quando sei nella posizione, inoltre, mantieni la testa in avanti senza girarla di lato per evitare di causarti delle lesioni al collo.

Ci sono anche alcune situazioni in cui sarebbe preferibile evitare completamente la pratica di questa posizione o di eseguirla soltanto con un insegnante di yoga o con un medico, come ad esempio se:

  • soffri di gravi problemi al collo, alle spalle o alla tiroide
  • hai subito un infortunio al collo, alle spalle o alla schiena
  • hai problemi agli occhi, come ad esempio un distacco della retina
  • soffri di gravi problemi cardiaci
  • hai delle disfunzioni o dei problemi alla milza, allo stomaco o al fegato
  • hai problemi legati all’artosi cervicale
  • soffri di pressione alta
  • soffri di asma
  • sei incinta
  • hai l’ernia del disco
  • hai la diarrea o le mestruazioni.

I benefici di Halasana

La pratica regolare e costante di Halasana allineerà le tue energie e ti donerà numerosi benefici psicofisici. Immagino che non vedi l’ora di sapere quali!

E allora vediamo insieme quali sono i benefici psicofisici di Halasana:

  • Calma la mente e libera dallo stress
  • Dona un profondo stato di rilassamento
  • Combatte l’insonnia e i disturbi del sonno
  • Tonifica i muscoli della schiena, delle cosce e dell’addome
  • Combatte i dolori della schiena
  • Libera dalla sinusite
  • Massaggia e stimola gli organi interni attenuando i disturbi derivati da obesità, costipazione o congestione
  • Rinforza il sistema nervoso e calma i nervi
  • Abbassa la pressione
  • Rende la colonna vertebrale più forte, tonica e flessibile
  • Previene l’ossificazione precoce delle ossa vertebrali
  • Migliora i disturbi causati dalla tiroide
  • Rinforza i reni e la vescica
  • Aumenta l’attenzione e la concentrazione
  • Aumenta la consapevolezza
  • Allevia i sintomi della menopausa
  • Migliora le percezioni e aiuta a gestire le emozioni
  • Riallinea il terzo Chakra.

Conclusioni

Halasana è una posizione invertita dello Yoga che ti permetterà di ottenere numerosi benefici psicofisici se la praticherai con costanza e con regolarità.

Mi raccomando di fare molta attenzione quando la pratichi, in modo da non causarti dolori o lesioni al collo e alle spalle. Eseguila sempre molto lentamente, ascoltando il tuo corpo e i suoi limiti.

Ma adesso vorrei sapere qualcosa da te. Conoscevi già questa posizione? La pratichi con regolarità?

Fammi conoscere la tua esperienza scrivendola qua sotto nei commenti!

Un abbraccio!

Namastè

Registrati gratis alla mia community di Yogi

Potrai imparare a fare yoga o migliorare la tua pratica assieme a me e altre centinaia di ragazze.