Il simbolo OM (ॐ) è uno dei simboli più antichi e più conosciuti al mondo, sicuramente anche tra i più importanti e venerati nella storia dell’uomo.

È un mantra sacro ed è considerato un bija mantra, ossia un mantra base per tutti gli altri mantra.

Ma qual è il significato del simbolo OM? Come si recita questo mantra? E quali benefici ne potremo ottenere?

In questo articolo cercherò di rispondere a queste e a molte altre domande sul simbolo OM, intraprendendo un piccolo cammino che ci porterà alla scoperta di questo fantastico mantra.

Iniziamo!

Il significato del simbolo OM (ॐ)

Le prime menzioni sulla sillaba sacra sanscrita OM la troviamo già nel XX secolo a.C. all’interno dei Veda, i testi sacri del popolo Arii.

È un simbolo molto profondo poiché rappresenta l’essenza dell’intero Universo. Si dice addirittura che il suono OM sia proprio il suono la vibrazione primordiale che ha creato l’Universo stesso.

Il mantra OM non è però un unico suono ma è composto bensì da 3 suoni distinti: A, U e M. Questi 3 suoni hanno a loro volta un significato specifico:

  • A – è associato allo stato di veglia, l’oscurità, l’ignoranza e il tempo presente
  • U – è associato allo stato di sogno, all’inconscio, al dinamismo e al tempo passato
  • M – è associato allo stato di sonno profondo, alla verità, alla purezza e al tempo futuro

C’è infine un’ultima sillaba muta che compone il mantra OM, ossia il suono silente, la pausa tra un mantra e l’altro. Quest’ultima sillaba rappresenta il Brahman che rappresenta qualsiasi cosa e racchiude il significato della coscienza e della realtà oltre il tempo e lo spazio.

La rappresentazione grafica del simbolo OM (ॐ)

L’OM viene rappresentato graficamente dal simbolo ॐ, composto a sua volta da 5 simboli grafici, come puoi vedere dall’immagine qua sotto.

simbolo OM

  1. Sushupti. La prima linea, quella in alto indicata dal numero 1, indica sushupti, uno dei quattro stati della coscienza e si riferisce a uno stato di sonno profondo senza sogni, quando la mente cessa ogni attività
  2. Jagrat. La curva inferiore indicata dal numero 2 simboleggia lo stato di sveglia jagrat, Jagrat, quello che le persone provano quando non dormono.
  3. Swanpa. La curva al numero 3, situata centralmente all’interno del simbolo OM, rappresenta swapna, uno stato di sogno che si trova proprio tra il sonno profondo e lo stato di veglia.
  4. Maya. La curva rappresentata dal numero 4 è maya, un semicerchio che separa il punto dalle altre linee, una sorta di impedimento per raggiungere la beatitudine.
  5. Turiya. Infine troviamo il punto che rappresenta turiya, una parola sanscrita che rappresenta uno stato di coscienza puro, uno stato di totale calma e pace interiore.

Come si recita il mantra OM

Come per tutta la pratica dello yoga e della meditazione, la prima cosa da fare quando ci apprestiamo a recitare un mantra è quello di trovare uno spazio sacro tutto nostro, lontano da tutto ciò che può distrarci come persone, voci, televisione o notifiche del cellulare.

Può essere un angolo di casa, del giardino, o all’aria aperta: l’importante è che dai sacralità al luogo che hai scelto.

Adesso che abbiamo trovato il “dove”, ecco qualche consiglio per passare al “come” recitare.

  • Non esiste una posizione standard per cantare i mantra. Puoi farlo stando seduta, quando mediti oppure mentre svolgi le tue attività di ogni giorno. L’importante è mantenersi sempre concentrati e praticare con consapevolezza.
  • Non esiste nemmeno una velocità giusta e una sbagliata: la velocità della ripetizione dipende dal tuo scopo. Cerca la velocità migliore per te e cerca di mantenerla per tutta la durata del canto
  • Accogli i cambiamenti del tuo corpo e della tua mente. Se ti scende una lacrima, non fermarla.
  • Ogni momento della giornata è perfetto per la pratica anche se il momento forse più speciale è l’alba
  • Se utilizzi un japa mala, puoi ripetere il mantra tante volte quante sono le perle, altrimenti pratica per il tempo che ritieni opportuno
  • Non dimenticarti di continuare a respirare regolarmente per tutto il canto

Se vuoi una guida per recitare il canto OM, puoi farlo anche ascoltando questo video qua sotto.

I benefici del mantra OM

Recitando il mantra OM con regolarità e costanza, potrai accorgerti presto dei profondi effetti benefici che questa pratica donerà al tuo corpo e alla tua mente.

I benefici della pratica del mantra OM sono davvero innumerevoli:

  • Riduce lo stress
  • Calma la mente
  • Dona energia
  • Migliora la concentrazione, la creatività e l’intuito
  • Sblocca il sesto chakra
  • Migliora la digestione
  • Riduce l’ansia e la depressione
  • Ti aiuta a gestire le emozioni
  • Ti aiuta ad aumentare la consapevolezza di te
  • Vedrai la vita con maggiore positività
  • Migliora l’apparato cardiocircolatorio
  • Combatte l’insonnia e i disturbi del sonno.

Conclusioni

Eccoci giunti alla fine del nostro viaggio alla scoperta del simbolo OM e del mantra collegato.

Abbiamo scoperto il significato del simbolo OM scendendo ad analizzare la sua rappresentazione grafica. Abbiamo visto il mantra OM e ti ho lasciato alcuni consigli per recitarlo.

Adesso non ti resta altro che provare!

Crea un tuo spazio sacro dove potrai praticare yoga, meditare oppure recitare un mantra. Se non l’hai mai fatto prima, potresti partire proprio dal mantra OM.

Fammi sapere nei commenti qua sotto com’è andata la tua pratica e quali sono le emozioni che hai sentito durante la recita dei mantra. Tornerò presto a leggere quello che mi ha scritto!

Namastè

Registrati gratis alla mia community di Yogi

Potrai imparare a fare yoga o migliorare la tua pratica assieme a me e altre centinaia di ragazze.