Pawanmuktasana, la posizione per liberarsi dalla flatulenza

Pawanmuktasana

Condividi questo articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email
Pavanamuktasana (o Pawanmuktasana) è una posizione che ti permetterà di rilasciare tutti gas intrappolati nel tuo tratto digestivo. Ecco come

Pavanamuktasana (o Pawanmuktasana) è una posizione yogica che ti permetterà di rilasciare tutti gas intrappolati nel tuo tratto digestivo, eliminando la flatulenza e migliorando la digestione.

È consigliato praticare questa Asana ogni giorno, la mattina appena alzati, in modo da liberarsi da tutti gas e inziare al meglio la giornata, oppure prima di una pratica poiché se ci liberiamo da tutti i gas sarà più semplice eseguire le altre Asana.

Ti consiglio inoltre di praticare Pawanmuktasana lontano dai pasti, almeno 4-6 ore dopo aver mangiato, quando lo stomaco e l’intestino sono entrambi vuoti.

Ma vediamo adesso più nel dettaglio cosa significa Pawanmuktasana e come praticare questa posizione.

Cosa significa Pawanmuktasana

Come gli altri termini che designano le Asana, anche Pawanmuktasana è un termine sanscrito, la lingua dei Veda. Il suo nome originale è पवनमुक्तसन e nello specifico, Pawanmuktasana è formato da tre parole diverse:

  • Pawan che significa aria o gas
  • Mukta che significa liberare, rilasciare
  • Asana che significa posizione.

Vediamo come praticare questa Asana.

Come si esegue Pawanmuktasana

Per eseguire Pawanmuktasana trova un angolo tranquillo dove svolgere la tua pratica, distendi il tuo tappetino da yoga e segui questi step:

  • Distenditi sul tuo tappetino con la schiena appoggiata al pavimento, in posizione di Savasana
  • Unisci i piedi e porta le mani lungo al corpo
  • Inspira profondamente
  • Durante l’espirazione, avvicina le ginocchia al petto e premi le cosce sull’addome
  • Mantieni il mento basso, appoggiandolo sulle ginocchia
  • Abbraccia le ginocchia e afferra le mani, mantenendo i gomiti chiusi e le caviglie unite
  • Continua a respirare regolarmente. Stringi la presa ogni volta che espiri e rilascia leggermente quando inspiri
  • Mantieni la posizione per un po’, poi inizia a rilasciarla
  • Raddrizza il collo e abbassa la testa
  • Abbassa ora anche le braccia e riportale vicino al corpo
  • Allunga le gambe verso l’alto, formando un angolo di 90 gradi con il pavimento e riabbassale lentamente espirando
  • Torna lentamente alla posizione iniziale e ripeti Pawanmuktasana 3-5 volte.

Consigli per principianti e controindicazioni

Durante la pratica di questa Asana, devi cercare di portare le ginocchia a contatto con il mento. Se non ci riesci, non forzare la posizione ma continua a praticarla fin dove arrivi. Piano piano il tuo corpo diventerà più flessibile in modo naturale.

A volte, soprattutto agli inizi, si tende a trattenere il respiro. Non dimenticarti invece di continuare a respirare regolarmente durante la pratica.

Ricorda inoltre di non sovraccaricare il collo e di non forzare il movimento, magari avvicinando le cosce più della tua flessibilità. Rispetta i tuoi tempi e ascolta profondamente il tuo corpo.

Infine, ti consigio di astenerti dalla pratica di Pawanmuktasana se:

  • hai subìto recentemente un intervento chirurgico addominale
  • Se soffri di ernia
  • Se sei incinta
  • Se soffri di probelmi cardiaci, iperacidità, pressione alta
  • Se soffri di dolori cronici o hai subito lesioni al collo, alla testa, alla schiena o ai testicoli

I benefici di Pawanmuktasana

La pratica regolare di Pawanmuktasana saprà donarti profondi benefici psicofisici. Ecco i principali:

  • Calma la mente e libera da ansia e stress
  • Allunga i muscoli del collo e della schiena
  • Massaggia e stimola il funzionamento degli organi addominali
  • Aumenta la circolazione sanguigna
  • Stimola i nervi
  • Libera da tutti i gas intestinali rimasti intrappolati
  • Allevia la costipazione
  • Rafforza e tonifica i muscoli lombari, delle braccia e della schiena
  • Allunga le vertebre
  • È un valido supporto contro la sterilità e l’impotenza
  • Riduce i grassi addominali, delle cosce e dei glutei.

Conclusioni

A volte, quando ci sentiamo pesanti, gonfi e spossati, la colpa è dell’aria che si è accumulata nel nostro tratto digestivo, in particolare nello stomaco e nell’intestino.

Attraverso questa Asana puoi liberarti dal gas e dall’aria che è rimasta intrappolata nel tuo corpo e questo permetterà al tuo organismo di funzionare meglio e con più energia.

Vedrai, se praticherai Pawanmuktasana ogni giorno subito dopo il risveglio, non potrai più farne a meno! Tu la stai già praticando?

Fammelo sapere nei commenti!

Namastè ??

Denise Dellagiacoma
Denise Dellagiacoma

Yoga Teacher

Entra in Yoga Academy, la mia scuola di yoga online

Pratica dove e quando vuoi!

Siamo già più di 3.000, ti aspetto!

Potrebbero interessarti anche:

Hey, piacere, Denise. Benvenuta/o sul mio sito web!

Se ti piace lo Yoga, ho una sorpresa per te. Ho creato un mini corso gratuito in Yoga Academy per dare a tutti la possibilità di provare e praticare. Iscriviti e comincia subito!