Come organizzo i miei obiettivi

organizzazione obiettivi

Condividi questo articolo

Tabella dei Contenuti

La vita può essere vissuta in infiniti modi, tutti diversi: come un progetto, con traguardi ben definiti, oppure lasciando tutto “al caso”. Il punto è che per qualcuno progettare fa perdere vitalità, per altri invece la aumenta.

Il più delle volte sperimentare la vita come un “progetto” da sviluppare è un modo per provare a rispondere ai dubbi sul significato dell’esistenza.

Nel periodo storico in cui viviamo, la maggior parte delle persone è “dipendente” dal proprio lavoro, altri sono insaziabilmente assetati di esperienze nuove, altri ancora con dozzine di propositi poi lasciati ed abbandonati. 

In generale, la società invita tutti ad “essere di più”, ad “essere migliori”. Questo porta molto spesso a considerare la nostra vita come un progetto con obiettivi, pianificazione, controllo del rischio e tutto quel vocabolario di gestione di un’impresa, ora sempre più applicato all’esistenza umana.

Non voglio demonizzare gli obiettivi, anzi! Ma ci sono delle domande preliminari molto importanti e molto profonde da porsi per capire chi siamo e cosa vogliamo.

Andiamo con ordine:

  • Incontrati ed esplorati

Come sapete, sono una grandissima fan del journaling e della gratitudine. Riconosco l’importanza delle intenzioni, delle affermazioni e penso che valga la pena ogni giorno spendere qualche minuto per scrivere. È un momento prezioso di contemplazione, di riflessione, di meditazione, di incontro con noi stessi.

Incontrarsi è alla base della conoscenza di sé stessi e, di conseguenza, dei nostri obiettivi, dei nostri sogni e degli strumenti che abbiamo per realizzarli.

  • Definisci e separa

Quando definisco i miei obiettivi li separo e li divido in diverse categorie:

  • obiettivi connessi al lavoro
  • obiettivi connessi al benessere
  • obiettivi connessi alle relazionali
  • altre categorie di obiettivi (formazione e crescita personale, spiritualità…)

Ma fermati un istante prima di scrivere i tuoi obiettivi. Per me, per esempio, questa parte è una vera e propria pratica di contemplazione e di ascolto profondo.

Alcuni di questi obiettivi sono chiari e arrivano subito e, di solito, sono i nostri sogni più grandi e ardenti; altri arrivano piano piano e magari sono sogni un po’ più piccoli.

  • Sogna in grande ed emozionati

Si può sognare mentre si definiscono i propri obiettivi. Dream big, sogna in grande! Scrivi tutto quello che desideri realizzare e mentre scrivi emozionati. Più ti emozionerai, più arderà in te il desiderio di raggiungere quell’obiettivo e creare le condizioni giuste perché si avveri.

Non dobbiamo sentirci limitati quando pensiamo ad un obiettivo, no, dobbiamo essere coraggiosi e lasciare che ci emozioni, pienamente. 

Sentiamoci liberi di alzare l’asticella ogni anno, sognare di più e più in grande, fare qualcosa in più e in meglio.

  • Sogna in grande, ma anche con misura

Più siamo specifici nella definizione degli obiettivi e più abbiamo la possibilità di realizzarli. Un obiettivo molto specifico è misurabile: più è specifico più è miserabile e più è raggiungibile.

Va bene sognare in grande, certo, però non bisogna neppure esagerare per non correre il rischio di demoralizzarci, ma rimanere carichi e motivati. Ricordalo sempre!

  • Calendari e scadenze

Assegna delle proprietà, determina il periodo di tempo per raggiungere i tuoi obiettivi e stabilisci delle scadenze per ciascuno. Una nota: le scadenze dovrebbero essere realistiche e stabilite in modo da mantenere costanza e impegno. 

Prova a tenere un calendario giornaliero sul computer o su un’agenda in cui scrivi le cose da fare, e rivedilo ogni tanto per capire a che punto ti trovi del percorso.

Se non ti porrai un limite temporale, tenderai a procrastinare. Avere una precisa deadline, invece, ti farà mettere in moto tutte le tue energie.

  • Conosci i tuoi punti di forza e di debolezza 

Un’altra cosa molto utile è quella di scrivere sotto ciascun obiettivo quali sono le cose che dovremmo fare per raggiungerlo: quali sono le azioni necessarie? Abbiamo a disposizione gli strumenti adatti?

È molto importante anche cercare di capire perché non abbiamo raggiunto un obiettivo nell’arco temporale che avevamo stabilito. Questo ci aiuta a capire bene quali sono i nostri gap, i nostri punti deboli. Prendere coscienza di cosa ci ha impedito nel raggiungere gli obiettivi è un modo per imparare meglio cosa fare per raggiungerli e acquisire capacità e abitudini positive che possono aiutarci.

  • Impara dagli errori

Cercare di non ripetere sempre gli stessi errori e di non fare solo quello che sappiamo fare ci fa crescere.

C’è questa frase di Albert Einstein che dice “Non possiamo pretendere che le cose cambino, se continuiamo a fare le stesse cose”.

È proprio cosi, se continui a fare quello che hai sempre fatto otterrai sempre gli stessi risultati. Provare a tenere un piccolo “spazio competitivo” dentro di noi, ci aiuta ad impegnarci di più, ad allenarci di più, a studiare, leggere, informarci e uscire dalla nostra zona di comfort. 

  • Comunica

Un’altra cosa molto importante non è solamente scrivere i propri obiettivi, ma anche comunicarli, condividerli con gli altri. Questo fa aumentare in noi la responsabilità nel raggiungerli: ci sentiamo responsabili non solo verso noi stessi, ma anche verso coloro con cui abbiamo condiviso.

Detto questo, ci tengo a finire condividendo una riflessione.

Qualcuno pensa che la mia vita sia perfetta e che io sia stata fortunata ma la verità è che se nella mia vita non mi fossi posta degli obiettivi concreti, molto probabilmente non sarei mai arrivata fin qui.

Porsi degli obiettivi è uno degli strumenti più potenti che abbiamo a disposizione ma molto spesso tendiamo a sottovalutarlo. Quando ci poniamo un obiettivo, la nostra mente si trasforma per permetterci di essere più concentrati e più produttivi. La nostra energia, inoltre, non verrà dispersa tra un’azione e l’altra ma confluirà per il raggiungimento del nostro traguardo.

Un ultimo consiglio che voglio darti: scrivi il tuo obiettivo e tienilo in un posto dove puoi leggerlo ogni giorno. Io, per esempio, scrivo i miei obiettivi su dei post-it, nel mio diario, nel mio telefono, in questo modo sono sempre sicura di leggerli spesso.

Se ti va raccontami qualcosa di te e dei tuoi obiettivi. 

Non vedo l’ora di leggere le vostre esperienze!

Un abbraccio!

Denise Dellagiacoma
Denise Dellagiacoma

Yoga Teacher

Entra in Yoga Academy, la mia scuola di yoga online

Pratica dove e quando vuoi!

Siamo già più di 5.000, ti aspetto!

Potrebbero interessarti anche:

Hey, piacere, Denise. Benvenuta/o sul mio sito web!

Se ti piace lo Yoga, ho una sorpresa per te. Ho creato un mini corso gratuito in Yoga Academy per dare a tutti la possibilità di provare e praticare. Iscriviti e comincia subito!