La pratica del Qi Gong è un’arte davvero molto antica ma che ancora tutt’oggi può donarci numerosi benefici psicofisici.

Se non hai mai sentito parlare del Qi Gong, sei nel posto giusto: in questo articolo vedremo insieme in cosa consiste questa pratica, come praticarla e quali benefici potrai ottenere.

Più avanti potrai anche guardare un video che ti aiuterà a iniziare la pratica oggi stesso.

Mettiti quindi comodo e lasciati guidare in questo viaggio alla scoperta del Qi Gong.

Cosa è il Qi Gong

La storia del Qi Gong è davvero molto molto antica e le prime fonti risalgono addirittura al 200 a.C. ma è solo negli ultimi 70 anni che questa pratica ha ripreso vigore e si è modernizzata, subendo l’influsso sia del taosismo, sia della medicina tradizionale cinese.

Il Qi Gong (氣功) è una disciplina energetica olistica orientale il cui nome deriva dalla lingua cinese e si pronuncia “ci kung”. È un termine formato da due parole e il suo significato è molto profondo:

  • Qi ha l’accezione di “soffio vitale” dal momento che la sua traduzione può essere quella di aria, spirito oppure energia
  • Gong significa invece lavoro o abilità.

Il suo significato è quindi quello di “tecnica del respiro/dello spirito” o “lavoro dell’energia” e si riferisce all’arte di rafforzare e coltivare il nostro Qi in modo che possa circolare nel nostro corpo e aumentare il nostro benessere psicofisico.

Il suo scopo è quello di potenziare la nostra energia attraverso pratiche di respirazione, esercizi fisici, concentrazione e meditazione, in modo da essere più equilibrati e armonici nella nostra interezza.

Come e quando praticare Qi Gong

Puoi praticare Qi Gong a qualsiasi età e in qualsiasi momento della tua vita.

La cosa importante è che tu ti crei un angolo sacro, possibilmente immerso nel verde, lontano da ogni distrazione, in cui puoi rimanere concentrato su se stesso e sulla pratica. Dovrai infatti entrare in contatto con la parte più profonda di te ed è bene scegliere un posto piacevole in modo da attrarre maggiore energia positiva.

Se non hai la possibilità di uscire per praticare Qi Gong, va bene farlo in casa ma ti consiglio di tenere la finestra aperta. Per mantenere alto il tuo focus, potrebbe essere utile ascoltare della musica rilassante oppure accendere dell’incenso, poiché la musica e i profumi gradevoli agevolano la concentrazione e la meditazione.

Il momento della giornata migliore per praticare Qi Gong è senza dubbio l’alba. Puoi svegliarti un po’ prima del solito e praticare questa disciplina quando i primi raggi del sole si intravedono all’orizzonte.

Esistono diversi stili di Qi Gong che variano in base agli obiettivi che vogliamo raggiungere con la pratica.

Esiste ad esempio il Dao Yin, il cui scopo è quello di imparare come muovere il Qi all’interno del nostro corpo, o il Tu Na che viene invece praticato per ripulire il nostro organismo e guarirlo.

Solitamente si usa iniziare la pratica del Qi Gong con una meditazione ma si può iniziare anche facendo una sessione di respirazione e un po’ di stretching. Seguono poi degli esercizi specifici che ci aiuteranno a raggiungere gli obiettivi che ci siamo posti.

Se vuoi iniziare a fare un po’ di pratica, ti consiglio di guardare il video qua sotto.

https://www.youtube.com/watch?v=cwlvTcWR3Gs&t=163s

È normale le prime volte avvertire un senso di stanchezza e di pesantezza dei muscoli: questo avviene perché il tuo corpo non è ancora abituato al movimento. Non preoccuparti però di questa sensazione, passerà piano piano, con la pratica.

È invece importante che tu non senta male. Se avverti fastidio in una parte del corpo che ti provoca dolore, interrompi immediatamente l’esercizio e continua la tua pratica con più calma e gradualità.

I benefici del Qi Gong

La pratica regolare e costante del Qi Gong può farci ottenere dei benefici psicofisici assolutamente grandiosi:

  • calma la mente
  • fortifica il sistema immunitario
  • rilassa i nervi
  • migliora la circolazione sanguigna
  • sviluppa la concentrazione
  • accresce la consapevolezza
  • aiuta a gestire le nostre emozioni
  • sviluppa le funzioni cognitive
  • aiuta ad accrescere l’autostima.

Conclusioni

Eccoci arrivati alla fine di questo percorso introduttivo alla scoperta dell’antica pratica del Qi Gong che potrà donarci potenti effetti benefici.

Perché questi effetti positivi siano percepiti, è importante praticare con costanza, esattamente come avviene con la pratica dello yoga.

Prima di lasciarci però vorrei conoscere la tua esperienza. Hai mai praticato Qi Gong? Quali effetti benefici ne hai ottenuto? Fammelo sapere nei commenti!

Namastè

Registrati gratis alla mia community di Yogi

Potrai imparare a fare yoga o migliorare la tua pratica assieme a me e altre centinaia di ragazze.